Chi siamo

E’ stata fondata alla fine del 1988 da Adriana e Carlo Conti che in questo modo hanno ritenuto di esaudire un desiderio del loro figlio Giorgio ricoverato in ospedale e ormai al termine del suo calvario.
Giorgio, che aveva come compagno di stanza un bambino i cui genitori si trovavano in difficoltà economiche compresa la situazione, disse alla madre “Aiutali!”

 

E’ iniziata così l’attività dell’Associazione titolata a Giorgio Conti, che ha ottenuto il riconoscimento giuridico dalla Regione Lombardia, che si propone di dare assistenza morale e materiale alle famiglie dei bambini colpiti da gravi malattie, quali leucemia e tumori.

 

Si tratta di malattie che richiedono lunghissimi periodi di degenza in cliniche altamente specializzate, continui controlli e cicli di terapie. Per questo i bambini devono lasciare le loro case e recarsi nei luoghi di cura, spesso lontani perché concentrati, in gran parte, nel nord dell’Italia.

 

Il bambino ricoverato ha l’estrema necessità di avere al fianco almeno un genitore: ecco allora affiorare gravi problemi, perché spesso uno dei genitori (e qualche volta entrambi) è costretto ad abbandonare il posto di lavoro.
L’Associazione è presente nei maggiori centri di cura pediatrici della Lombardia, ed interviene con il suo aiuto in seguito alle segnalazioni e alle richieste del personale medico di queste cliniche.

 

Poggiando esclusivamente su rapporti volontari, l’Associazione non ha spese di funzionamento. Pertanto i circa 100.000€ che raccoglie ogni anno vengono completamente destinati alle elargizioni in favore delle famiglie assistite.

I bambini assistiti dall’Associazione provengono da tutte le regioni italiane e anche da paesi esteri economicamente deboli. L’assistenza continua se necessario anche dopo il periodo del ricovero ospedaliero con un contatto diretto con la famiglia.

 

L’Associazione rilascia a Ditte e privati che fanno elargizioni una ricevuta che consente la deducibilità fiscale.

L’Associazione non gode di nessun contributo pubblico, vive solo grazie ai contributi dei privati.

Ogni mese l’Associazione pubblica il rendiconto della propria attività sulla propria pagina facebook e sui quotidiani locali.